RIAPRE L’INFO POINT TURISTICO AL PARCHEGGIO CENTRO

7 Luglio 2020

Un segnale di ottimismo e di ripresa: arrivati i primi bus internazionali. Accordo con Confcommercio per promuovere il parcheggio fiore all’occhiello di Verona e a miglior tariffa

Si affaccia una nuova idea di turismo locale: “riscopriamo la nostra città”

 

 

Riapre l’Info Point turistico di AMT al parcheggio Centro, il parcheggio fiore all’occhiello di Verona con la miglior tariffa oraria della città. Con una novità, anzi due: l’ufficio è gestito in house da AMT e da quest’anno dialogherà con lo IAT di Verona. L’ufficio di informazione turistica è aperto da martedì a venerdì e per gli spettacoli in Arena dalle ore 9.00 alle 14.00.

 

L’ufficio di informazione turistica, gestito interamente da AMT e presente per il quarto anno consecutivo, è un segnale di speranza e di ripresa. Nel fine settimana scorso sono arrivati due bus turistici internazionali e uno nazionale: il primo dal Belgio, il secondo dalla Svizzera e l’ultimo da San Benedetto del Tronto. Segno che la fiducia, anche estera, verso il nostro Paese e verso Verona sta tornando.

Ma l’Info Point non dovrebbe essere sottovalutato nemmeno da chi a Verona ci abita: è in grado di offrire un punto di vista alternativo e privilegiato sulla città, che ha sempre qualche tesoro da svelare.

 

Il parcheggio Centro, terminal bus del centro città, accoglie normalmente una media di 2 milioni di turisti l’anno provenienti da tutto il mondo: è quindi il biglietto da visita della città, il primo sguardo del visitatore su Verona. Ecco perché l’Info Point è strategico: mira a creare engagement, facendo innamorare il turista di Verona ancora prima di visitarla, fornendogli nel contempo le informazioni adeguate per godere delle bellezze di Verona ma anche dell’intero territorio, dal lago alla collina, dalla pianura alla montagna.

 

AMT non a caso è uno dei protagonisti al tavolo della DMO (Destination Management Organization), il tavolo di bacino turistico veronese nato nel 2014 e cui AMT siede dal 2019: il turismo è punto evidente dello statuto dell’azienda. È un’attività che mira a valorizzare il territorio del Comune di Verona e limitrofo, sia in ambito turistico che culturale.

 

La riapertura dell’ufficio di informazione turistica è il volano per nuove collaborazioni: è questo il caso della nuova collaborazione di AMT con Confcommercio che insieme hanno realizzato un volantino in distribuzione negli Info Point della provincia, nei negozi, e nelle strutture ricettive per offrire un servizio completo ai turisti in arrivo a Verona. Il volantino fornisce indicazioni relative al parcheggio Centro (gestito da AMT): una struttura moderna, sicura e a miglior tariffa nel cuore di Verona che l’anno scorso ha visto approdare 30.000 bus turistici, con una media di circa 100 al giorno.

 

Francesco Barini, presidente AMT: “L’Info Point al Parcheggio Centro è stata una vera novità a Verona, non era mai stato fatto prima, e noi l’abbiamo aperto non solo al parcheggio Centro ma anche in Stazione FS. Negli ultimi due anni sono stati fatti passi da gigante nella promozione di Verona e nell’accoglienza turistica, perché l’una e l’altra costituiscono necessariamente le basi per una città a vocazione turistica. Quest’anno è attesa una diminuzione dell’afflusso turistico a causa del Covid-19 e per questo può sembrare strano parlare di turismo oggi. Invece è proprio oggi che dobbiamo garantire servizio e sicurezza. È oggi che una città mostra di che tempra è fatta, è oggi che dimostra di essere in grado di reggere l’onda d’urto di una pandemia che ha messo e sta mettendo a dura prova tutto il mondo. Ma soprattutto, è oggi il momento di mostrare e dimostrare che Verona è in grado di garantire accoglienza ai turisti, non importa quanti, in condizioni di massima sicurezza”.

 

Luciano Marchiori, direttore AMT: “Lo spazio c’è e lo vogliamo occupare anche con qualche iniziativa di tipo ludico e culturale. Nel 2019 sono stati 30.000 i bus turistici che sono approdati al parcheggio Centro. Un numero in crescita perché qui si è a due passi dall’arena. Il nostro Info Point è utile perché c’è a disposizione un servizio in più per chi approda nella nostra città. Un punto importante perché dà già l’idea di una città dinamica, che offre diverse possibilità e servizi non solo al turista ma anche al cittadino. Ecco che allora è l’occasione per promuovere i veronesi che abitano in provincia di riscoprire la città: il servizio di informazione turistica presenta anche piccole chicche, scorci e attività sottovalutati, poco conosciuti”.

 

Francesca Briani, Assessore al Turismo e Cultura del Comune di Verona: “Le presenze in città iniziano a esserci, qualche settimana fa è stato riaperto lo IAT e oggi l’Info Point al parcheggio Centro. Quest’anno con una novità: quella di dialogare con lo IAT. Da quest’anno AMT gestisce l’info point in house coordinandosi con l’amministrazione comunale. D’altronde AMT fa parte della DMO turistica di Verona e agiamo in sinergia da qualche anno per fare informazione, accoglienza e promozione di Verona. Nonostante non ci siano i numeri dei precedenti anni non dimentichiamoci che siamo fortunati rispetto ad altri Paesi in lockdown: il lago di Garda continuerà a  essere un bacino attrattivo e Verona si è preparata ad accogliere i turisti in sicurezza, tra le riaperture di musei e gli spettacoli di grande qualità seppur in “versione Covid”. Avremo un po’ meno turisti ma dobbiamo farcela, tenere duro e lavorare in sinergia: questo forse è proprio il momento per fare sistema”.

 

Nicola Baldo, vicepresidente Confcommercio Verona: “Ringrazio AMT e il Comune, perché tutte le iniziative come questa fanno bene al commercio e tolgono la paura a chi in città ha paura a entrare nei negozi. Dobbiamo sconfiggere questa paura e dobbiamo dare modo alla gente di muoversi. Verona ha tutto, dobbiamo solo creare attrazione”.

 

Mirco Grigolato, presidente Radiotaxi Verona: “In questo momento siamo in fase di proposte e stiamo cercando di capire le opportunità da cogliere e delineando nuovi servizi da poter offrire ai turisti in sinergia con AMT e ATV. L’importante è darsi da fare e “inserire una marcia in più” con nuove idee integrando i servizi già esistenti. È un valore aggiunto per tutti e per la città stessa”.