INIZIANO I LAVORI IN BORGO ROMA

19 Settembre 2019

Informati i presidi delle scuole interessate dai cantieri.  Pattuglie della Polizia Municipale saranno presenti. La priorità al trasporto pubblico

 

Verona 19/09/2019. Come già annunciato, lunedì 23 settembre partiranno i lavori per la realizzazione della filovia in Borgo Roma: la via interessata in questa prima tratta è via Comacchio: sono previsti due mesi di lavori. Successivamente i cantieri si sposteranno in via Tunisi (nei mesi di novembre-dicembre) e piazzale Scuro (a gennaio-febbraio 2020).

I lavori, nei cantieri, si distinguono nelle consuete tre fasi:

1) fresatura dell’asfalto

2) posizionamento del cavidotto

3) rifacimento del cassonetto stradale

Via Comacchio sarà cantierizzata a partire dal 23 settembre. La sede stradale esistente sarà ricostruita e saranno realizzate le banchine di fermata della filovia. In via Comacchio è prevista una fermata.

Nel primo tratto di via Comacchio (partendo da via San Giacomo) si lavorerà su due semicarreggiate lasciando quindi un senso di marcia che parte da via San Giacomo verso le scuole. Nel tratto invece attualmente sterrato non sarà consentito il transito di veicoli e il cantiere occuperà la sede stradale. Nel tratto finale di via Comacchio verso via Tunisi saranno mantenuti i passaggi pedonali più importanti.

I lavori nella via, lunga meno di mezzo chilometro, avranno un impatto alto sulla quotidianità a causa della presenza delle scuole.

Il disagio sarà comunque breve: i lavori dureranno circa due mesi.

MASSIMA ATTENZIONE. I grandi attrattori di traffico sono stati avvertiti con una comunicazione puntuale da Amt in anticipo sull’apertura dei cantieri e i cittadini sono stati informati dello svolgimento dei lavori in tutte le sue fasi tramite vari canali, fra cui la newsletter. Prossimamente, dopo l’assemblea, Amt distribuirà, come ultimo step, ulteriori volantini e locandine negli esercizi commerciali: il tutto, sempre in anticipo sull’avvio dei lavori.

FOCUS SCUOLE. Per l’inizio dell’anno scolastico Amt con il Comune di Verona, la Polizia Municipale, Atv e Amia hanno incontrato i dirigenti scolastici degli Istituti interessati dai cantieri. Obiettivo: informare su come cambierà la viabilità messa a punto nella zona.

Nei pressi di via Comacchio sono presenti due istituti secondari di secondo grado (Einaudi e Galileo Galilei) una scuola primaria (Giuliari) e una scuola secondaria di primo grado (Meneghetti).

La situazione più attenzionata è quella che vede l’accesso e l’uscita degli istituti Galileo Galilei ed Einaudi.

Nonostante gli attraversamenti pedonali in via Comacchio siano garantiti e mantenuti, nella riunione con i dirigenti scolastici è stato deciso di spostare l’accesso e l’uscita alle scuole Galilei Einaudi in via San Giacomo, quindi dalla parte posteriore della scuola, lato parco. Gli alunni entreranno da lì.

Il passaggio pedonale su via Comacchio infatti, seppur mantenuto, è stato valutato come critico. Per questo sul lato parco/retro della scuola sarà istituito un cordolo di new jersey per creare una sorta di marciapiedi (ad oggi inesistente), in modo da creare una corsia in sicurezza per i pedoni.

Pattuglie della Polizia Municipale saranno presenti vicino alle scuole, sia all’ingresso che all’uscita degli studenti, disponibili a spiegare la viabilità sui cantieri ai genitori che accompagnano gli alunni, anche se è stato rilevato dalle stesse scuole che il 90% degli studenti usufruisce dei mezzi pubblici.

Sarà agevolato il trasporto pubblico: l’obiettivo è incentivarne l’utilizzo da parte della cittadinanza, migliorandone la velocità commerciale in attesa della filovia, che invece la dimezzerà. Per questo motivo, se si renderà necessario, all’occorrenza sarà data la priorità al trasporto pubblico.

Una volta realizzata la filovia sarà presente un marciapiede a ridosso del Galileo Galilei, ci sarà una corsia riservata per la filovia verso il centro, videosorvegliata, e due banchine di fermata (una per ogni senso di marcia).

PROSSIME ASSEMBLEE PUBBLICHE. Non si ferma l’informazione ai cittadini tramite assemblee pubbliche. Martedì 24 settembre e giovedì 26 settembre, entrambi i giorni alle ore 20.30, si terranno due assemblee pubbliche organizzate dalla Prima Circoscrizione. Martedì 24 settembre, nella Sala Lodi di via San Giovanni in Valle, 13/b si illustrerà il progetto in particolare nel quartiere Veronetta, zone Via San Paolo, Via Santa Toscana, Via San Nazaro, Via XX Settembre, Vicolo Terrà, Via dell’Artigliere.

Giovedì 26 settembre, nella Sala ATER di Piazza Pozza, si illustrerà il progetto in particolar modo nelle zone Stazione Porta Nuova, Via Giberti, Via Valverde, Piazza Bra, Stradone Maffei, Via Leoni, Piazzale XXV Aprile, Via Città di Nimes, Piazza Renato Simoni, Via Scalzi, Corso Cavour, Castelvecchio.