IL CORONAVIRUS FERMA I CANTIERI DELLA FILOVIA

17 Marzo 2020

Verona 16/03/2020. Impossibile garantire la sicurezza dei lavoratori: AMT e Direzione Lavori accolgono la richiesta di sospensione dei lavori avanzata dalle imprese dell’ATI

 

AMT Spa e Direzione Lavori hanno accolto la richiesta avanzata dall’ATI per lo stop dei cantieri di Opera Filovia: la diffusa situazione di emergenza sanitaria, le conseguenti misure restrittive impartite dalle Autorità mirate al contenimento della diffusione del virus Covid -19 (di cui ai DPCM dell’8, 9 e 11.3.2020) e la necessità di tutelare la salute dei lavoratori hanno spinto le imprese dell’ATI a chiedere la sospensione dei lavori.

Fino a venerdì scorso i lavori in tutti i cantieri della città sono proseguiti senza sosta, con la conclusione delle asfaltature dove possibile e la messa in sicurezza dei cantieri stessi. Messa in sicurezza che è continuata fino ad oggi per i cantieri dei plinti non ancora ultimati.
L’acuirsi dell’emergenza sanitaria e la rilevante intensificazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus hanno spinto l’ATI a confrontarsi con AMT e Direzione Lavori sulle criticità che impediscono la continuazione dei lavori in sicurezza: le attività di cantiere risultano evidentemente incompatibili rispetto alle prescrizioni e alle direttive impartite dalla Presidenza del Consiglio e dalle altre Autorità competenti; le restrizioni al movimento impartite con i decreti sopra menzionati e la difficoltà oggettiva di tutela della salute dei lavoratori durante gli spostamenti casa-lavoro e viceversa; l’impossibilità di fornire alle maestranze dei locali adeguati, secondo le norme igienico sanitarie, per il consumo dei pasti, anche se portati da casa o forniti con catering; l’estrema difficoltà di reperire i DPI essenziali (mascherine) a tutela della salute dei lavoratori e di garantirne, comunque, una quantità minima in caso di emergenza; l’emergenza in cui tutte le strutture sanitarie al servizio del pubblico si trovano attualmente ad operare ed alla ulteriore difficoltà di intervento che comporterebbe un infortunio grave presso qualsiasi luogo di lavoro.

 

AMT e Direzione Lavori hanno accolto la richiesta  sino alla decadenza dei vigenti provvedimenti di limitazione della circolazione e aggregazione personale e al conseguente al ripristino delle ordinarie condizioni operative.