AMT E COMUNE PER IL VERDE DEL FUTURO

24 Dicembre 2019

Verona 23/12/2019. Come già comunicato lo scorso luglio le piante in via Frà Giocondo saranno ripristinate con specie autoctone e studiate appositamente per quella zona. È iniziata questa mattina la piatumazione di nuovi alberi in Via Frà Giocondo per sostituire i 16 tra cedri del libano e pini marittimi (le cui problematiche sono note: non autoctoni, apparati radicali superficiali che creano disagio e pericolo ai pedoni e ciclisti) rimossi lo scorsa estate.

 

Il primo albero piantato oggi è un platano, altri 15 – platani e aceri campestri – saranno messi a dimora nei prossimi giorni, a seconda dell’andamento climatico, e comunque entro la primavera. «Come promesso – sottolinea il presidente di AMT Spa, Francesco Barini – abbiamo dato il via al ripristino del verde in via Frà Giocondo. Stiamo piantando alberi alti 5 metri di sette anni di età che saranno quindi in grado in breve tempo di produrre una chioma significativa. Platani e aceri campestri sono alberi caratterizzati da un apparato radicale che va in profondità a differenza dei pini marittimi che sono stati rimossi».
Sei tigli sono stati invece messi a dimora nel piccolo parco in piazzale XXV Aprile, alle spalle del Tempio Votivo nella zona della stazione. Si tratta di una piantumazione anticipata a compensazione delle piante che verranno tolte nell’area di Viale Dal Cero e Via Città di Nimes per la realizzazione del collegamento dei sottopassi della circonvallazione esterna.

 

Presenti all’evento diversi consiglieri comunali: Stefano Bianchini, Roberto Simeoni, Rosario Russo, Nicolò Sesso, Paola Bressan. «Ringrazio i consiglieri comunali per la presenza e per la collaborazione l’assessore Marco Padovani con il quale abbiamo fatto nei giorni scorsi diversi sopralluoghi per individuare le zone idonee a queste piantumazioni preventive – afferma il presidente di AMT Spa, Francesco Barini –. Opera Filovia rappresenta un’opportunità per migliorare e aumentare il verde della città. Quando nel 2022 Opera entrerà in funzione Verona avrà un mezzo di trasporto pubblico ecologico e silenzioso, ed anche un patrimonio verde migliore con piante ed essenze autoctone».

 

La mappatura e sostituzione degli alberi è una delle attività connesse alla realizzazione di Opera Filovia. In generale, per ogni albero tolto ci sarà la compensazione arborea: ne sarà piantato uno nuovo. Per ciascuna tratta interessata dal cantiere sarà effettuato un censimento delle piante potenzialmente interferenti e saranno quindi ripristinati, nella stessa strada o nelle vie adiacenti, tutti gli alberi tolti. La schedatura e lo studio zona per zona sugli alberi da ripiantare viene effettuata dal competente settore comunale, con un piano intelligente, affinché gli arbusti siano di una specie adeguata alla zona e possano vivere e crescere nel luogo più adatto.