Accesso civico

Il decreto legislativo n. 33/2013,come modificato dal d.lgs. n. 97/2016, disciplina, al Capo I-bis, il diritto di accesso civico a dati e documenti.

Infatti l’articolo 5, comma 1 prevede che “L’obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione.”

LE ISTANZE DI ACCESSO PRESENTATE AI SENSI DELL’ARTICOLO 5, COMMA 1, ossia aventi ad oggetto specificamente documenti, informazioni o dati oggetto di obbligo di pubblicazione e per i quali sia stata omessa la pubblicazione, devono essere inoltrate, sottoscritte e presentate unitamente alla copia del documento d’identità:

a)     al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza di AMT , dott. Michele Delaini, e trasmesse mediante fax: 045.2320010, o PEC: amtspa@cgn.legalmail.ito tramite posta: AMT SpA Ufficio Protocollo – Via F. Torbido, 1 – 37133  Verona.

Tali istanze devono essere presentate tramite il ISTANZA DI ACCESSO CIVICO PER I SOLI DATI DI CUI ALL’ art. 5, comma 1, d.lgs. n.33/2013appositamente predisposto.

 

Inoltre tale normativa riconosce in termini generali, all’articolo 5, comma 2, che “allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del presente decreto, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall’articolo 5-bis.”

LE ISTANZE DI ACCESSO PRESENTATE AI SENSI DELL’ARTICOLO 5, COMMA 2 (Accesso Civico Generalizzato), devono essere inoltrate, sottoscritte e presentate unitamente alla copia del documento d’identità, a scelta dell’istante:

a) o all’Ufficio Protocollo di AMT SpA mediante mail: info@amt.it, o PEC: amtspa@cgn.legalmail.it,o tramite posta: AMT SpA Ufficio Protocollo – Via F. Torbido, 1 – 37133  Verona;

b) o all’UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO di AMT, all’indirizzo di posta elettronica urp@amt.itamtspa@cgn.legalmail.it.

Tali istanze devono essere presentate tramite il modulo ISTANZA DI ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO art. 5, comma 2, d.lgs. n.33/2013appositamente predisposto.

 

Per la completa visione dell’art. 5 il Capo I-bis del decreto legislativo n. 33/2013 cliccare qui:

L’accesso ai documenti amministrativi, disciplinato dagli articoli 22 e seguenti della L. 241/90 è riferito al “diritto degli interessati di prendere visione ed estrarre copia di documenti amministrativi”, intendendosi per “interessati….tutti i soggetti….che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso. In funzione di tale interesse la domanda di accesso deve essere opportunamente motivata.

Modalità di accesso

Il diritto di accesso si esercita scrivendo a: AMT SpA Ufficio Protocollo Via F. Torbido, 1  37133  Verona o all’indirizzo Pec amtspa@cgn.legalmail.it specificando:

– i dati del soggetto interessato;

– l’elenco degli atti richiesti;

– la posizione che ne legittima la richiesta (vedi premessa)

– il motivo della richiesta;

– data e firma del richiedente.

Tale istanza deve essere presentate tramite il ISTANZA DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI art. 22 l. 241/1990 e ss.mm.ii.appositamente predisposto.